La Trasformazione

by Maria Devigili

supported by
Mr Le Wooz
Mr Le Wooz thumbnail
Mr Le Wooz due strumenti... ed extra dimensioni sonore aperte per perdersi nel rilievo creato. un esempio. una referenza. Favorite track: Come una formica.
/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €9.90 EUR  or more

     

1.
2.
3.
4.
03:47
5.
6.
7.
8.
9.
03:30
10.
11.
03:36
12.
01:52

credits

released March 23, 2015

tags

license

all rights reserved

about

Maria Devigili Bologna, Italy

Cantautrice, chitarrista, suona fin dalla più tenera età. Dopo un ep "La Semplicità"(2012) e un primo album "Motori e Introspezioni" (autoprodotto), esce il suo secondo album a marzo 2015 (Riff Records/Goodfellas).

contact / help

Contact Maria Devigili

Streaming and
Download help

Track Name: Quando è Ora
1. QUANDO E' ORA
(cit. "Quando riusciamo a vedere la bellezza, essa è sempre perduta".
Mario Soldati)

Accontentati della vita
che non è mai la stessa

Ecco l'acqua quando serve
Ecco il sole quando serve
Soffia il vento quando serve
Giunge il buio quando è ora

M'accontento M'accontento

M'accontento M'Accontento

M'accontento!

Accontentati della bellezza che non è mai la stessa

Ecco l'acqua quando serve
Ecco il sole quando serve
Soffia il vento quando serve
Giunge il buio quando è ora

Quando è ora
Quando è ora
Quando è ora
Track Name: Spegnere-Gettare
2. Spegnere e Gettare
(cit: "Dio e il Nulla sono sinonimi".
Giuseppe Rensi)

Spegnere la volontà di possedere l'immortalità

Nonostante l'impostura di chi ferma la sua età
tutto scorre
Anche i sassi sulla via furono e diventeranno
esseri senzienti

Spegnere la vanità
Gettare la maschera
Spegnere la vanità
Gettare la maschera

Educati a consumare
desideri andati a male
per il bene del Capitale

Spegnere e Gettare
Spegnere e Gettare

Spegnere-Spegnere
Spegnere-Spegnere
Spegnere
Gettare...

La Maschera

Ho bisogno di nulla
ho bisogno di nulla
ho bisogno di nulla
ho bisogno di
Nulla
Track Name: La Trasformazione
3. La Trasformazione

cit: "Il dolore nascerà da quell'occhiata gettata dentro te stesso, e tale dolore ti farà squarciare il velo".
Mevlana Mohammed Rumi)

Seguo la traiettoria che mi porta al di là
di questa misera virgola,
la realtà non si ferma dentro alle catene della logica
e della certezza ottusa che è solo una scusa

E noi ad aspettare
La trasformazione...
La trasformazione...
La trasformazione…

Seguo la stella che va al di là
Segui la stella che va al di là

Di questa nebbia che prima o poi finirà
sì prima o poi finirà
prima o poi finirà

Seguo quel canto che mi porta dentro
e fuori dal tempo

Su questa terra ad aspettare
La trasformazione
La trasformazione
La trasformazione

Seguo quel canto che mi porta dentro
e fuori dal tempo
Track Name: Frammento
4. FRAMMENTO

(cit: "Anche quel piccolo frammento che tu rappresenti, o uomo meschino, ha sempre il suo intimo rapporto con il cosmo e un orientamento a esso, anche se non sembra che tu ti accorga che ogni cosa sorge per il Tutto e per la felice condizione del' universale armonia. Non per te infatti questa vita si svolge, ma tu piuttosto vieni generato per la vita cosmica".
Platone, leggi, Libro X, 903 c.)

Ancora vincerai il mondo intero
per sfuggire al cielo
Ancora perderai il fuoco sacro
che un tempo hai custodito e tanto amato

Ah milioni di anni fa perdesti il nesso
tra gli angeli e la musica
Ah milioni di anni fa
cantavi senza bisogno di parole inventate

La tua voglia di volare ti ha ancorato a questa terra

Conquisterai il mondo intero
ma rimarrai un piccolo frammento
un piccolo frammento
un piccolo frammento

Alla fine arriverai dove le stelle
sanno la tua storia
Alla fine vincerai ma perderai
Tutto
Track Name: Come una formica
5. COME UNA FORMICA

(cit: "Non domandarci la formula che mondi possa aprirti,
sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti,
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo".
Eugenio Montale)

Come una formica procedi inquieta
sempre in fila verso la meta
Verso la fine della giornata dove il tramonto è uno sfondo
E non ti fermi a respirare, tranne quando devi annusare un odore
o devi soffiare via un sentore.

Non troverai un senso a cercarlo
ma non sarai più un insetto
Non troverai la chiave di questa vita
ma non sarai più una formica

Corri senza fatica, comunque inquieta
solo su strade senza salita
senza cambiare la direzione e l'intenzione.
Cadi senza sentire nessun rumore
segui la fila e non ti chiedi dov'è la meta.
dove il tramonto trasforma il mondo.

E non ti fermi, non ti vuoi fermare, tranne quando devi annusare
un qualcosa che non sai definire.

Non troverai un senso a cercarlo
ma non sarai più un insetto
Non troverai la chiave di questa vita
Track Name: Fiore d'Hiroshima
6. FIORE D'HIROSHIMA

(cit: "Il sole è nuovo ogni giorno".
Eraclito)

Quando ero una bambina
i vecchi saggi d'Hiroshima
mi dicevano che forse un giorno avrei visto il mondo.
Ero impaziente di crescere…

Dopo è caduta la pioggia

Quando il tuono svuotò il cielo
gli orologi si sono fermati, i colori frantumati
L'estate è diventata inverno
Il mondo esploso
in un istante.

Dopo è caduta la pioggia

Umare kawari no kurushimi wo shittano
wayashi wa daiti (pronuncia daichi) ni natta kara
Umare kawari no kurushimi wo
omoi shiru koto ni nattano

Da quando sono fiore
Vedo il mondo com'è
Da quando sono fiore
Vedo il mondo com'è
Track Name: L'Invisibile è Quello che si Sostiene
7. L'INVISIBILE E' QUELLO CHE CI SOSTIENE

(cit: "Chi impara realmente a vedere si avvicina all'invisibile".
Paul Celan)

Forza del cielo
custodisce gli uomini
ignari di bellezza
la vita vilipesa spesso
L'aria si muove con la musica
e lascia il segno di una danza
Invisibile...
Invisibile...

Fuoco del cielo
alimenta gli uomini
ignari di se stessi
la brama celebrata spesso
L'anima si muove in ogni cosa
e lascia il segno di una danza

L'Invisibile è quello che ci sostiene
L'Invisibile è quello che più ci sostiene

In ogni Dove
In ogni Dove
In ogni Dove

In ogni Dove
Track Name: Il Pasto Migliore
8. IL PASTO MIGLIORE

(cit: "La provvida terra fornisce ricchezze e miti alimenti e offre vivande senza stragi e senza sangue".
Publio Ovidio Nasone)

Nato dentro ad una gabbia
tanto stretta quanto sporca
Vedo solo delle sbarre
e dei becchi che hanno sempre fame

Nato dentro ad una stalla
figlio di una mamma mucca
Le finestre grandi e chiuse
non ho mai veduto il sole

E vivo e sento tanto quanto come te
solo che non ho parole per esprimere.
I giorni e le ore aspettando quell'uomo che
verrà a prelevare anche me

E nell'attesa della trasformazione
la mia esistenza non è proprio indolore
E nell'attesa della trasformazione
in quello che credi il tuo pasto migliore

Nato in un lago finto
muovo le mie pinne a stento
Un giorno vorrei volare in un cielo
o in un lago vero.

E vivo e sento tanto quanto come te
solo che non ho parole per esprimere
I giorni e le ore aspettando quell'uomo che
verrà a prelevare anche me

E nell'attesa della trasformazione
la mia esistenza potrebbe esser migliore
E nell'attesa della trasformazione
consapevolezza è il pasto migliore

La fraterna stima che ci univa alla terra
ancora ci fa sopravvivere...
Track Name: Celestial
9. CELESTIAL

(cit: "La musica è una delle vie per le quali l’anima ritorna al cielo".
Torquato Tasso)

Musica
Celestial
Creatura Plastica,
Flessibile
Assume le sembianze geometriche

Invisibile agli occhi umani...

Celestiale ambrosia
Alchemica catartica
Le menzogne, le verità
s'insinuano
tra le pieghe delle parole che
lei non ha

Musica
Creatura
Unisce cielo e terra
Unisce cielo e terra
Track Name: La Distrazione
10. LA DISTRAZIONE

(cit: "Per essere felice, o Ananda, non pensare al domani perché non c'è adesso e non può darti felicità, non pensare all’altrove perché non sta qui e non può darti felicità, ma metti la tua energia sul qui ed ora perché solo questo esiste e può darti felicità".
Buddha)

Qui e ora
appare facile
conservare il fiato per una sola parola che
non sia la solita
forma di divertissement.

Quanti momenti vissuti invano
cercando di fuggire stando su un divano
E le catene addobbate per bene
sono leggere
nel regno della distrazione.

Quante cose usate per riempire
Spazi vuoti
Attimi sacri e inviolabili.

Micro-secondi di poesia...

Quanti momenti vissuti invano
cercando un riparo tra il cemento urbano
Ed il veleno addolcito per bene
ha un buon sapore
nel regno della distrazione

Qui e ora
è quello che rimane
Qui e ora
senza più distrazione

Che mi porta via, che mi porta via
Via, via, via
via
Track Name: L'Ombra
11. L'OMBRA

(cit: "Dentro di noi abbiamo un'Ombra: un tipo molto cattivo, molto povero, che dobbiamo accettare".
C.G. Jung)

Hai mai visto quell'ombra,
c'è ma par che si nasconda
dentro agli angoli dell'oscura confusione

Hai mai visto la tua ombra
non ha un volto eppur t'assomiglia
Se la rincorrerai, lei fuggirà via

Errabonda se ne va, non si fermerà
fino a quando non la osserverai
lentamente

Errabonda se ne va, non si ferma
ma se la chiami sorella
forse un giorno si placherà

Ora che vedi la tua ombra,
tanta è la luce che ci circonda
portala fuori, portala fuori...
portami fuori dall'oscura confusione

Errabonda se ne va
non si ferma
Errabonda se ne va
Non si ferma
Track Name: Verso L'Alto
12. VERSO L'ALTO

Ora che
la certezza non è più
La vita
è sguardo verso l'alto